Conclusioni alle celebrazioni S. Bertilla

 

Lisiera, 28 ottobre 2011


 Caro fratello, sorella,

con la festa di tutti i santi si conclude il cammino compiuto in questi mesi nella nostra parrocchia nella riscoperta della testimonianza della nostra co-patrona, suor Bertilla Boscardin, a cinquant’anni dalla sua canonizzazione. Non possiamo certo sapere quali e quanti siano i frutti della semina generosa che santa Bertilla ha profuso, dentro la realtà della comunione dei santi, nei cuori della gente della nostra piccola comunità col suo passaggio misterioso e discreto. Ognuno di noi, però, può sondare il proprio cuore per ritornare a quanto vissuto per fare tesoro dei doni ricevuti in quest’anno e, in particolare, in quest’ultimo mese di grazia.

Il nostro percorso con Santa Maria Bertilla si compie ora nella solennità di tutti i Santi con la proclamazione del Vangelo delle Beatitudini che martedì risuonerà nella nostra chiesa come nelle chiese di tutto il mondo. Una felice coincidenza se consideriamo il fatto che le beatitudini possono essere ritenute la chiave interpretativa di tutto il percorso di santità di suor Bertilla. In effetti solo alla luce delle beatitudini è possibile comprendere certi passaggi “difficili” degli scritti di santa Bertilla. Quando per esempio lei dice: “A Dio tutta la gloria, al prossimo tutta la gioia, a me tutto il sacrificio” oppure “Distacco da tutto” o ancora “Tutto è niente”, è possibile che in noi si infiammi una resistenza se non anche un sussulto di ribellione e potremmo arrivare a domandarci se per essere santi bisogna essere infelici. In realtà la domanda va posta in altro modo: ma noi sappiamo esattamente che cosa sia la felicità?

Le beatitudini gettano luce su questo interrogativo lanciato sul tema della felicità e ci aiutano anche a capire i paradossi di Santa Bertilla, una donna che ha voluto ogni giorno incarnare le beatitudini con risoluta determinazione. A conclusione del nostro cammino con Santa Bertilla e per prepararti bene alla festa di tutti i santi ti invito a sostare in preghiera e a meditare le pagine di ascolto e approfondimento della Parola di Dio che seguono. Sarà questo il modo migliore per raccogliere i frutti di quest’anno di grazie. Buona meditazione e buona festa di Ognissanti!

 

Don Emanuele Cuccarollo

Scarica il testo integrale qui



For a professional business hosting we highly recommend hostgator review or cloud hosting
Associazione Oreb Via Albereria, 28 - 36050 LISIERA (VI) 0444 356065  - fax 0444 356448 P.IVA 02743220242 C.F. 95011190246

Copyright © 2011 Radio Oreb . Tutti i diritti riservati.

Joomla Templates designed by Joomla Hosting